ArcGIS Pro: la nuova piattaforma Desktop!

ArcGIS Pro è un nuovo software dall’interfaccia totalmente rinnovata per la produzione cartografica, la gestione e l’analisi dei dati GIS.

Per gli utenti con manutenzione ESRI Desktop attiva è a disposizione il download del setup direttamente all’interno del proprio portale utente (www.my.esri.comsenza alcun costo aggiuntivo.

ArcGISPro Leggi il resto dell’articolo

Annunci

Formazione One Team: calendario dei corsi in programma

Il programma formativo a calendario di One Team propone continuamente interessanti corsi di formazione sulla piattaforma ArcGIS che mirano a dare all’utente le nozioni necessarie a svolgere correttamente e velocemente il proprio lavoro.

Formazione1

L’agenda dei corsi a calendario dei prossimi mesi: Leggi il resto dell’articolo

Novità in casa Esri: arriva ArcGIS 10.2.1!!!

Dopo la recente uscita di ArcGIS Desktop 10.2 ecco che Esri rilascia una nuova release: ArcGIS 10.2.1 (attualmente solo in lingua Inglese)!

La nuova versione introduce innovative funzionalità o ne migliora altre già presenti all’interno del software. Vediamo di capire meglio cosa è stato implementato!

Per quanto riguarda il Geoprocessing sono presenti nuovi tools oltre ad alcuni miglioramenti:

IMPLEMENTAZIONI E NUOVI TOOLS:

  • Alter Field Properties (link): questo nuovo tool consente di rinominare un campo e cambiarne l’alias. La tabella di input deve essere di un geodatabase o di una feature class; shapefiles e coverages non possono subire alterazioni delle loro proprietà di campo.
  • I tools Generate Near Table (link) e Near (link) sono stati completamente riscritti e velocizzati e ora hanno un Method opzionale che determina come sono computate le distanze. Quando il Method è impostato su GEODESIC le distanze sono calcolate considerando la superficie terrestre. Questa metodologia è più accurata quando la distanza tra due geometrie è molta e si vuole minimizzare la distorsione in tutti i sistemi di coordinate proiettati, in particolare nelle proiezioni di tipo Web Mercator. Quando invece il metodo è PLANAR le distanze Euclidee sono calcolate utilizzando le coordinate delle geometrie e la proiezione associata che minimizza la distanza in base alla distorsione o quando la distanza tra due geometrie è minima.
  • La tool dell’Editing ha ora il nuovo Conflation toolset (link) con cinque nuovi tools per la corrispondenza dei lati e la modifica.

 Edgematch Features (link): modifica le linee di input aggiustando spazialmente la loro forma, utilizzando specifici punti, in modo che diventino collegate alle linee del dataset adiacente.

Edgematch

 

 

Leggi il resto dell’articolo

Utilizzare i dati online in ArcPad 10.2

Rispetto a quanto accadeva con le versioni precedenti in ArcPad 10.2 gli utenti hanno a disposizione più opzioni per poter utilizzare i dati online mentre si lavora in un ambiente connesso ad internet.

Se si dispone di una copertura dati in campo, o si è collegati ad internet quando si è in ufficio, esistono molti modi per poter usufruire di dati online e di incorporarli nei propri progetti ArcPad.

ArcPad 10.2 include il supporto ai feature services di ArcGIS Server, ai Map Services di ArcGIS Online, e ai Packages di ArcPad.

Feature Services:

  • ArcPad 10.2 supporta la sincronizzazione dei feature services creati con ArcGIS Server 10, 10.1 e 10.2.
  • ArcPad 10.2 supporta anche gli ArcGIS Online Hosted Feature Services.

Alcune differenze fondamentali tra questi feature services all’interno dei progetti di ArcPad sono descritte di seguito:

ArcPad_difference

Leggi il resto dell’articolo

Conversion Tool: “Add CAD Fields”

Molto spesso gli utenti GIS si trovano a dover effettuare conversioni da shapefile in CAD o viceversa utilizzando delle comode ed assodate procedure messe a disposizione da ArcGIS Desktop.

Tuttavia non tutti sono a conoscenza che esportando uno shapefile in CAD è possibile aggiungere, prima dell’esportazione fatta mediante il tool Export to CAD, alcuni campi specificamente utilizzati da un file DWG di CAD.

Questi campi riservati al CAD servono, una volta compilati, ad attribuire delle proprietà funzionali che il software CAD andrà a leggere e ad attribuire automaticamente al disegno: proprietà testuali, del layer (colore, spessore, etc.) e del documento.

I campi sono aggiunti dal tool Add CAD Fields e sono i seguenti:

Add CAD Fields

Vediamo come esportare uno shapefile in CAD aggiungendo anche i campi creati dal tool Add CAD Fields.Per prima cosa scegliamo uno shapefile da convertire in file DWG e applichiamo lo strumento. Una volta fatto girare il tool in tabella verranno aggiunti i campi che vedete nella tabella successiva (l’immagine ne mostra solo alcuni tra quelli inseriti dal tool). A questo punto non resta che compilare i campi che vogliamo vengano letti ed interpretati dal software CAD, ad esempio Color (ogni valore corrisponde ad un colore nella scala cromatica RGB, tipo: 1 rosso, 2 giallo, 3 verde, 4 ciano, 5 blu, 6 magenta, 7 bianco, 8 girgio, 9 grigio) e Thickness (spessore della linea).

Campi_AadCAD

Ora esportiamo lo shapefile in CAD utilizzando gli strumenti di ArcGIS.

Add4

Add5

Apriamo poi il DWG esportato con un software CAD (cliccare sull’immagine per ingrandirla).

CAD1

Come potete osservare i colori e lo spessore delle polilinee sono stati associati e ridimensionati in base ai valori scritti nei campi Color e Thickness.

Questo tool quindi permette a un utente GIS di preparare i dati all’interno di ArcGIS Desktop per poi esportarli un file CAD già personalizzato e impostato in base alle proprie esigenze, risparmiando quindi del tempo successivamente nel software di disegno. Buon lavoro!

Per info o suggerimenti scrivere a gis@oneteam.it