Il catasto strade di Serenissima Mobilità su Geomaster

Nato nel 2012, il progetto di costruzione e implementazione di un SIT web su piattaforma GeoMaster è ora una realtà consolidata e che sta entrando a regime nei flussi e nelle procedure di Serenissima Mobilità e di Autostrada BS-VR-VI-PD per la condivisione del dato geografico.

Serenissima Mobilità è una realtà  che opera nella progettazione e nello sviluppo di sistemi autostradali e per la viabilità, in particolare l’Azienda gestisce il Sistema Informativo Territoriale per Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova, che è la società concessionaria del tratto autostradale compreso fra i caselli di Brescia Ovest e Padova Est, tratto facente parte dell’autostrada Serenissima A4 Torino – Trieste; la società gestisce inoltre l’A31 Valdastico.

CaseHistorySerenissima3 CaseHistorySerenissima4

L’esigenza di condividere internamente all’ azienda le informazioni geografiche è ritenuta fondamentale, per effetto di tutte le informazioni collegate ad un tracciato autostradale : informazioni sulla rete, catasto strade, documenti,  rilievi, filmati, progetti, etc.. Leggi il resto dell’articolo

Annunci

Snap2Map: nuova applicazione made in ESRI Labs per creare un Map Tour sfruttando lo smartphone

Snap2Map è una nuova applicazione sviluppata da ESRI Labs che permette di pubblicare le nostre fotografie direttamente sull’account della propria organizzazione di ArcGIS Online creando una applicazione “Story Map Tour” interattiva. Per poter realizzare questa applicazione Snap2Map necessita di un account Amministratore o di Pubblicazione abilitato alla modifica; ricordate che lo storage delle fotografie su AGOL consuma crediti!.

Snap2Map è disponibile per iOS e Android. Il download dell’app lo trovate ai seguenti indirizzi: Apple App StoreGoogle Play.

Snap2Map

 Snap2Map1

Leggi il resto dell’articolo

Inviare una email utilizzando il pop-up in ArcGIS Online

ArcGIS Online è una piattaforma web sempre più ricca di funzionalità oltre che semplice e immediata nell’utilizzo.

Con ArcGIS Online è possibile associare un indirizzo email in un popup,  così che un utente che navighi in mappa, semplicemente cliccando su un’immagine, possa inviare una nuova mail all’indirizzo associato.

Per fare ciò è necessario configurare correttamente il popup.

In un popup non configurato la possibilità di inviare la mail compare un questo modo:

Popup

ovvero non cliccabile da parte dell’utente. Pertanto ArcGIS Online non riconosce alcun link diretto alla email stessa.

Se invece si configura correttamente il popup in modo tale che l’indirizzo email sia cliccabile l’utente, che consulterà la mappa sarà sicuramente agevolato. Leggi il resto dell’articolo

Quanti crediti consumo su ArcGIS Online se effettuo delle analisi con gli appositi tools?

Sapere quanti crediti vengono scalati quando si effettuano delle analisi utilizzando gli appositi strumenti (buffer, unione, altro…) sui vari layers, è stato fino ad oggi uno dei principali dubbi (quanto consumo se eseguo una determinata operazione?) per gli utenti di ArcGIS Online. Questo perchè era impossibile stimare, prima di utilizzare il tool, quale sarebbe stato il consumo effettivo, valutando caso per caso se lanciare l’elaborazione o meno (ad esempio ora sappiamo che estrarre uno shapefile in locale consuma 1 credito ogni 1000 records).

Consumo credtiti 2

Leggi il resto dell’articolo

Un esempio dell’utilizzo in campo di “Collector for ArcGIS”

La piattaforma ArcGIS Online come è ormai noto ha introdotto nel panorama GIS anche alcune applicazioni mobile disponibili per il download nei diversi Marketplace (Apple Store, Play Store, Windows App Store, Amazon Store).

Una delle più interessanti è sicuramente Collector for ArcGIS, applicazione che oltretutto è stata recentemente aggiornata (vedere post all’interno del blog) e attualmente disponibile per iOS e Android (non si sa bene quando ma presto lo sarà anche per WindowsPhone 8).

L’articolo non vuole elencare e spiegare le funzionalità di questa app già descritte precedentemente ma dare la possibilità di comprenderne le potenzialità “in campo” riprendendole da una casistica descritta da ESRI America.

Leggi il resto dell’articolo